Dal 1 settembre 2012 potete trovare tutte le informazioni utili per la Vostra gestione aziendale qui.
Search
 

Pagamento degli obblighi in denaro contante


L'adozione della nuova Legge relativa il sistema di pagamento, in vigore dal 01 gennaio 2011, ha abolito la Decisione relativa le condizioni e le modalità di pagamento in contanti (NN 36/02). Tale decisione limitava l'utilizzo del denaro contante per il pagamento di fatture relative l'acquisto di beni e servizi fino ad una somma di 5.000,00 Kn per singola fattura. Tale limitazione (dichiarativa) non esiste più, il che significa che anche fatture sopra le 5.000,00 Kn possono venir pagate in contanti. D'altro canto però, ci sono altre limitazioni che elenchiamo  di seguito:


1.    Tutte le fatture con sigla R-2 non possono venir pagate in denaro contante, secondo quanto prescritto dalla Legge sul imposta sul reddito (NN 177/04 do 80/10);


2.    In conformità alla Legge sulla prevenzione del riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo (NN 87/08), tutti  i destinatari di un importo in contanti superiore alle 105.000,00 Kn (indipendentemente dal fatto se una singola transazione o più transazioni in totale superano il valore specificato) sono tenuti ad effettuare  un'analisi  dettagliata del soggetto che ha effetuato tale transazione, tramite raccolta dei suoi dati personali e dati relativi la transazione in se.  Inoltre, la stessa Legge prescrive che nella Repubblica di Croazia non è permesso effettuare transazioni in denaro contante che superano le 105.000,00 Kn, indipendentemente dal fatto che si tratti di un pagamento della merce venduta, servizi offerti , entrate da affitti o vendita di immobili, se la transazione in questione viene effettuata da persone fisiche e giuridiche svolgenti un'attività registrata.


3.     Non possono pagare fatture con denaro contante imprenditori che hanno registrato sul proprio conto (conti) d'affari obblighi non portati a termine, e questo al fine di evitare di adempiere ai propri obblighi nei confronti del creditore che ha 'bloccato' il conto in questione. In tal caso, gli imprenditori sono obbligati a depositare tutto il denaro contante sul proprio giroconto, al fine di permettere ai creditori il pagamento dei propri crediti. Quanto però il regolamento sopracitato sia messo in pratica, ne siamo testimoni ogni giorno.


4.    Non possono venir pagati in contanti neppure i cittadini i cui salari sono considerati dalla legge come altri salari, il cui pagamento per giroconto sia previsto tassativamente (es. Salari secondari, d'autore, pagamento di utili, interessi, dividendi e simile).


A seguito di quanto detto sopra, si arriva alla conslusione che: possono venir pagate in denaro contante fatture emesse da persone giuridiche (sigla R-1), le quali non superano però l'importo di 105.000,00 Kn
Possono inoltre venir pagati in denaro contante: salari e compensi ai lavoratori, compensi per la compravendita di beni immobili, di prodotti provenienti da agricoltura o da boschi (soltanto nel caso in cui il cittadino sia iscritto nel Registro delle economie domestiche o contadine– in tal caso viene usato il ''blocco di rimborso''), pagamento delle spese per viaggi d'affari, compensi per l'appoggio del personale fino al raggiungimento della quota prevista e simile.


Il pagamento degli obblighi in denaro contante viene evidenziato in base ai documenti contabili prescritti, nel libro mastro (diario di cassa). Documenti usati in tal caso sono: modulo di versamento (emesso per ogni songola somma di denaro versato nella cassa) e modulo di emissione (evidenzia ogni uscita di denaro). Il rapporto di cassa ci offre un'evidenzia cronologica dei movimenti di cassa per determinato periodo di tempo (giorno, anno, oppure un altro periodo).


Base per l'emissione dei documenti i quali evidenziano i movimenti di cassa sono documenti ordinati e veritieri, i quali danno conferma dell'avvenuto cambiamento negli affari, base quindi per la stesura dei documenti in questione (calcolo delle spese relative viaggi d'affari, fatture ricevute o emesse e simile).


<< indietro
 

 

  All rights reserved B.D.M. 2010